I cibi che ti aiutano a studiare meglio (parte 2)

Un’alimentazione corretta è alla base di un buon metodo di studio. Diversi sono i cibi che stimolano il cervello e le sostanze che, se assunte con regolarità, contribuiscono a migliorarne le prestazioni, che possono aiutarti a trattenere le informazioni e a restare concentrato anche durante le più estenuanti sessioni di studio.  Vuoi sapere cosa mangiare per migliorare la memoria e la concentrazione? Ecco gli ingredienti per un pranzo veloce, sano ed equilibrato.

Le bevande da abbinare allo studio

Iniziamo dalle bevande, perché è fondamentale idratarsi mentre si studia. Innanzitutto non bisogna dimenticare di bere acqua, per mantenere idratato il tuo corpo e fornire la giusta quantità di ossigeno al cervello. Assumere la giusta quantità di acqua è estremamente importante per uno studente, perché una piccola riduzione del nostro stato di idratazione può avere ripercussioni negative sullo studio e sulle prestazioni mentali in generale.

Inoltre tra le bevande che aiutano a studiare c’è certamente il caffè, la caffeina è un ottimo alleato per migliorare il livello di attenzione. Non bisogna però esagerare, perché oltre a fornire uno stimolo al cervello, la caffeina può contribuire ad incrementare il livello di ansia e causare mal di testa, a danno della concentrazione.

Volendo, puoi sostituire il caffè con delle bevande naturali. Come quelle a base di ginseng, ginko e guaranà. Ottimo anche il tè verde. Quest’ultimo, oltre a svolgere un’azione depurativa e disintossicante, aiuta a migliorare le funzioni cognitive. Aumentando l’attività delle cellule cerebrali e diminuendo la tensione nervosa.

Elemento che non può mancare, la frutta

In una perfetta dieta sana di uno studente non può mancare la frutta. Prediligi frutta ricca di vitamina C, un antiossidante per eccellenza che contrasta l’eccesso di radicali liberi e riduce il rischio di deficit cognitivi. In particolare la mela, sembra che non serve solo a tenere il medico di torno, ma può anche aiutare a migliorare le vostre abitudini di studio e il vostro rendimento scolastico. La buccia della mela contiene infatti un potente antiossidante chiamato quercetina che migliora la funzionalità di memoria. Introduci le mele nella tua dieta quotidiana, considerala una buona abitudine alimentare e una parte importante del tuo metodo di studio.

Anche i frutti rossi hanno effetti significativi sulla salute e sulle funzioni del cervello, in quanto riducono il livello di tossine nel flusso sanguigno e contengono nutrienti e antiossidanti che favoriscono l’afflusso di sangue al cervello e migliorano l’attività neurologica. Ecco una rapida ricetta per studiare meglio, assumere una manciata di frutti rossi quando vi preparerete per il vostro prossimo esame o compito in classe.

Ottime anche le banane, ricche di acido folico e di magnesio, un sale minerale che esercita effetti positivi sostanziali sulle sinapsi cerebrali. Va inserito in questa categoria anche l’avocado, considerato un vero e proprio frutto della salute per le sue proprietà benefiche, ricco di vitamina E, aiuta a rallentare l’invecchiamento del cervello, di antiossidanti e vitamine.

Il cioccolato fondente

Il cioccolato fondente
Il cioccolato fondente

Molto importanti, quando si studia, sono anche gli zuccheri, per questo si può concludere un pasto con un po’ di cioccolato fondente! Ricco di zinco, nutriente fondamentale per la memoria e l’equilibrio cognitivo, il cioccolato aumenta il flusso di sangue al cervello, mantenendoti vigile e ricettivo e aiutandoti a potenziare le tue capacità di apprendimento. Più il cioccolato è scuro, più sarà utile durante le vostre sessioni di studio.