Lo studente fuorisede

Lo studente fuori sede è quel soggetto che, troppo presto nella sua vita, ha avuto la brillante idea di trasferirsi in una nuova città per inseguire la sua passione. Una nuova città, diverse abitudini, nuove persone, uno stile di vita completamente nuovo e tutto da scoprire. L’emozione è alle stelle, un sacco di novità lo aspettano e non vede l’ora di scoprirle tutte, ma anche molte e nuove responsabilità.

Tra le altre sfide lontano dal proprio paese, una delle più traumatizzanti per il povero studente è quella del cibo, il dover imparare e gestirsi da solo sia la spesa che la preparazione del pranzo. Il più delle volte quando apre il frigo, quello è mezzo vuoto ed è solo in queste occasioni che si ricorda che forse sarebbe anche il caso di andare al supermercato una volta ogni tanto.

Per non parlare poi del livello di cibo, il tipico studente fori sede si affida ad ogni tipo di sostanza commestibile che si possa trovare in scatola o già pronta. Scatolette di tonno hanno salvato intere generazioni di studenti fuori sede sotto esame!

Ecco perché in questo articolo voglio proporvi qualche ricetta semplice e veloce, proprio per voi studenti fuori sede, così da poter abbandonare i cibi in scatola e già pronti e gustarvi un vero pasto. Così da far star tranquille anche le vostre mamme e le vostre nonne, che tra le preoccupazioni più grandi che hanno, avendovi lontani, è accertarsi che stiate mangiando!

Ricette semplici e veloci

Ricette semplici e veloci

Cucinare in modo facile e veloce è un’impresa un po’ per tutti. Ma soprattutto per chi è un inesperto in cucina ed essendo uno degli studenti fuorisede non ha tempo, ma ne ha la necessità. Ma da oggi con ricette semplici ma golose da fare in casa non è più un problema!!

Non è detto che per preparare un buon piatto sia necessario avere una grande esperienza e tanto tempo a disposizione. Basta avere un po’ di costanza e seguire le ricette passo per passo. Inoltre mangiare correttamente e in modo sano è fondamentale se si vuole avere sempre l’energia e la concentrazione giuste per studiare.

Iniziamo con un piatto classico, ma di cui non potevamo fare a meno di parlare in questo nostro breve excursus che sono gli spaghetti alla carbonara! La procedura è piuttosto semplice, mentre la pasta cuoce, fai rosolare il guanciale fino a quando non avrà cambiato colore e sarà ben cotto; sbatti, inoltre, i tuorli d’uovo assieme ad un quantitativo sufficiente di formaggio grattugiato o pecorino per i romani doc. Una volta scolata la pasta, aggiungi il guanciale e i tuorli sbattuti e mescola ben bene per cucinare attentamente le uova.

I mille usi della pasta sfoglia pronta all’uso

Il reparto frigo del supermercato è ricco di sorprese, se si cerca bene. In un angolo, infatti, si trovano le sfoglie nelle loro differenti versioni, la sfoglia classica, la pasta brisée… Il bello di queste sfoglie è che sono pronte all’uso e si adattano tanto al salato, quanto al dolce. Basta tirarle fuori dal frigo qualche minuto prima di metterle in forno, il tempo di preparare gli ingredienti e il gioco è fatto.

L’ideale per ottenere un piatto completo è quello di inserivi sia formaggi o insaccati, sia verdure; aggiungendo uno o due uova, si insaporisce ulteriormente la ricetta. Esiste, ovviamente, anche la versione dolce, in cui puoi farcire la sfoglia con fettine di mela e miele o marmellata. Dopo la cottura, spolvera la sfoglia con la cannella.